Al via le iscrizioni per la seconda edizione di SANREMO FESTIVAL CAFE’


Il marchio San Remo Festival Cafè esce allo scoperto il 17 febbraio 2017 e si presenta al pubblico con la sua primaria tipologia di format: il concorso canoro San Remo Festival Cafè. Il format però è, in realtà, di più ampio respiro ed in continua evoluzione ed arricchimento, e, già nella prima e precedente edizione, si è esteso anche all’attività di Academy, con delle master class indirizzate esclusivamente ai partecipanti al concorso e tenute da vocal coach e da act coach al fine di indirizzare le potenzialità dei concorrenti sia dal punto di vista vocale che interpretativo e della movimentazione scenica. In questa prossima edizione si vuol intensificare l’uso delle master class estendendole anche all’accompagnamento di uno strumento musicale, a nozioni di scrittura ed analisi del testo etc. Fondamentale nella mission del format è l’accesso alle persone stereotipate “diverse” in un percorso inclusivo e di condivisione. Tratto dal regolamento “Scopo della manifestazione è quella di scoprire e promuovere talenti e nuove opere musicali attraverso una serie di selezioni che si svolgeranno in Italia e all’estero, promuovendo musica socialmente integrata. Ad integrazione del percorso conoscitivo e formativo potranno essere proposte giornate di master class e di esercitazioni collettive da parte degli organizzatori di zona o dall’organizzazione centrale del SRFC” .
Tra i professionisti che hanno fatto parte del team del SRFC della scorsa edizione è considerevole nominare il Presidente di Giuria (sia in fase finale che in alcune delle tappe intermedie) Maestro Amedeo MINGHI, il paroliere Paolo AUDINO (che ha scritto brani anche per la grandissima Mina), il maestro Stefano BORGIA (autore di alcune canzoni di Mina tra cui “Portati Via”), Anonimo ITALIANO e diversi produttori, musicisti e talent scout che si sono alternati nella varie tappe. AI PRIMI TRE CLASSIFICATI ALLA FINALE DELL’EDIZIONE 2017/2018 E’ STATA OFFERTA LA POSSIBILITA’ DI ESIBIRSI, IN QUALITA’ DI OSPITI, ALL’INTERNO DI CASA SANREMO, NELLA SERATA CLOU DEL FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA.
La seconda ed attuale edizione prevede, soprattutto nella zona centro Italia, delle giornate di casting di selezione con possibili riprese radio-televisive a cura di emittenti regionali e/o locali per poi passare alle semifinali e finali regionali. I vincitori avranno l’accesso alle semifinali e finali nazionali in cui vi sarà l’intervento di emittenti radio-televisive regionali e/o locali. Sarà possibile, per eventuali main sponsor, intitolare un premio collaterale e specifico ad un concorrente di loro preferenza scelto tra quelli arrivati quantomeno in finale regionale in ognuna delle due categorie (junior e senior).
E’ possibile, ma non obbligatorio, un gemellaggio anche con altri concorsi nazionali ed internazionali in un’ottica di collaborazione e divulgazione.
I finalisti regionali e nazionali potrebbero essere invitati in manifestazioni, festival, eventi istituzionali ed eventi di pregio a discrezione della direzione organizzativa del SRFC.
Per l’edizione del 2019 ci si avvarrà della direzione artistica di Giovanni Rossanese con la Artidee, della direzione scenica di Barbara Gallozzi, del coordinamento coreografico (nonché coaching per l’Academy) di Paola Rizzica, del look Maker Alessandro Maritato, dell’ufficio stampa gruppo #Differevent di Sara Lauricella, del supporto media di Radio Italia Anni ’60 e di diversi nomi di noti professionisti tra i giurati ed ospiti ancora in via di definizione che si aggiungeranno al team esistente.
Un progetto in continua crescita e sviluppo per poter portare avanti il concetto di musica inclusiva.